Tocca a lei guidare Givenchy

L'inglese Clare Waight Keller è il nuovo direttore creativo. A capo di Chloé dal 2011, sostituisce l'italiano Riccardo Tisci, che dopo 12 anni ha detto addio alla maison francese.

L’erede di Riccardo Tisci come direttore creativo di Givenchy ha finalmente un nome. Ed è quello di una donna: Clare Waight Keller, dal 2011 alla guida di Chloé. Ad annunciarlo è stata la stessa maison francese, su Instagram, che ha pubblicato le immagini della stilista inglese e del fondatore Hubert de Givenchy, intervallate dalla frase: «True elegance comes with a natural gesture, an attitude in simplicity». A Clare Waight Keller (che assumerà l’incarico il 2 maggio) la responsabilità creativa di tutte le collezioni: prêt-à-porter donna, uomo, accessori e alta moda. Quanto al suo debutto in passerella, l’appuntamento è per fine settembre a Parigi, con la collezione primavera-estate 2018.

Clare Waight Keller è stata per sei anni direttore creativo di Chloé.

Clare Waight Keller è stata per sei anni direttore creativo di Chloé.

UN CURRICULUM IMPORTANTE
Nata 19 agosto 1970 a Birmingham, Clare Waight Keller si è laureata al Ravensbourne College of Design and Communication, a Londra, città dove ha anche ottenuto un master in Fashion Knitwear al Royal College of Art. Fresca di master, è stata ‘arruolata’ da Calvin Klein ed è volata a New York, dove è rimasta quando Ralph Lauren le ha affidato la linea maschile Purple Label. Nel 2001 è tornata a Londra, come senior designer di Gucci al fianco di Tom Ford. Lo step successivo della carriera è stato quello di direttore creativo di Pringle of Scotland, marchio che Clare Waight Keller è riuscita a rilanciare, vedendosi poi offrire il ruolo di creative director di Chloé.

Clare Waight Keller saluta dopo l'ultima sfilata per Chloé.

Clare Waight Keller saluta dopo l’ultima sfilata per Chloé.

ISPIRATA DAL FONDATORE
«Lavorare per Chloè è stata una delle esperienze più belle e più interessanti della mia vita», ha detto la stilista britannica, che in sei anni ha reinterpretando in chiave moderna lo stile della fondatrice Gaby Aghion, con un’estetica romantica e d’ispirazione Anni ’70, con look facili da indossare e un po’ snob. Qualcosa di molto diverso da ciò che ha fatto Tisci, che invece nei 12 anni come direttore creativo di Givenchy ha riscritto lo stile del marchio, con scelte spesso al di sopra delle righe ma apprezzate dalle celebrities, Madonna su tutte. «Lo stile sicuro di Hubert de Givenchy mi ha sempre ispirato e sono molto grata per l’opportunità di entrare a far parte della storia di questa maison leggendaria», ha commentato in una nota ufficiale Clare Waight Keller. A Natacha Ramsay-Levi il compito di sostituirla come direttore creativo di Chloé.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Persone, Protagonisti, Sfilate Argomenti: , , Data: 16-03-2017 08:10 PM


Lascia un Commento

*