Pagelle

Stile, promosse e bocciate del 2014

di Enrico Matzeu
Voto con lode per Alba e Penelope. Rimandate al 2015 Barbara e Lady Gaga.

Il 2014 è stato un anno denso di eventi sia in Italia che a livello internazionale. Dalla nascita del Governo Renzi alla crisi in Ucraina, passando per il Califfato Islamico e la paura dell’Ebola, l’anno che si sta chiudendo ce ne ha fatte vedere di tutti i colori. Quasi quanto le dive di tutto il mondo che tra red carpet e serate mondane hanno sfoggiato il meglio del proprio guardaroba. O per lo meno loro la pensano così. Perchè qualcuna si è proprio data da fare. Per mostrare il peggio dell’armadio. Da abiti da sogno a outfit da incubo, il passo è davvero breve e molte di loro hanno rischiato davvero di cadere da tacchi troppo vertiginosi o di inciampare su orribili strascichi di taffetà.
I LOOK MIGLIORI
Tra coloro che hanno portato alta la bandiera dello stile ci sono le trend setter di casa nostra: Alba Rohrwacher con la sua eleganza semplice e la fashion editor Giovanna Battaglia che si distingue per l’esuberanza stilistica. Donna dell’anno in fatto di glamour è stata sicuramente Taylor Swift, che tra look da giorno e long dress, ha regalato un sacco di spunti a tutte le fashioniste del globo. Tra i successi di stile, il tappeto rosso degli Oscar ha regalato grandi emozioni grazie a Penelope Cruz e Kate Hudson, solo per citarne un paio. Rivelazione dell’anno è anche Karlie Kloss, non a caso amica della Swift, che in questo 2014 si farà ricordare per il suo abito in pizzo di Valentino sfoggiato sul red carpet di Cannes. Dita von Teese, infine, ha solleticato l’erotismo di tutti con i suoi abiti sexy, ma sempre molto equilibrati.

I LOOK PEGGIORI
Al peggio non c’è mai fine, verrebbe da dire guardando alcuni look. Soprattutto Oltreoceano. Forse reginetta del cattivo gusto potrebbe essere incoronata Amber Rose e il suo abito di catene, sfoggiato agli MTV Movies Awards, seguita a ruota da Rita Ora, che nella stessa occasione si è distinta per un abito-sottoveste dallo scarsissimo aplomb. Le pop star sono quelle che forse ci hanno regalato gli incubi peggiori, a partire da Lady Gaga che con la scusa dello show ha sfoggiato uno dopo l’altro degli outfit orripilanti. Non si è tirata indietro in tal senso neanche Rihanna, con abiti-tuta e trasparenze di cattivo gusto. Katy Perry, archiviati i capelli blu, ha deciso di farsi ricordare per il suo abito in patchwork di jeans, forse troppo country per un red carpet. Anche in Italia, però, abbiamo assistito ad incidenti di stile, molti al Festival di Sanremo: uno su tutti l’abito giallo canarino di Noemi. Barbara D’Urso, poi, ha dato il meglio di sé, facendosi avvolgere in un abito di taffetà bordeaux sul tappeto rosso di Venezia 71. Aiuto!

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*