Moda

La sfilata? È al supermercato

A Parigi Chanel sorprende con modelle che sfilano tra gli scaffali. Con tanto di carrello.
Un momento della sfilata di Chanel a Parigi ambientata in un finto supermercato.

Un momento della sfilata di Chanel a Parigi ambientata in un finto supermercato.

Anche nella moda alla fine l’importante è sorprendere. E a Parigi Chanel ci è riuscito organizzando una sfilata con 80 modelle in scena, all’assalto dei banchi di un supermercato accuratamente ricostruito sotto le cupole del Grand Palais, tra centinaia di confezioni di cibarie e articoli casalinghi. L’occasione è stata la presentazione della collezione autunno inverno 2014-15, nell’amito della Settimana della moda di Parigi.  Le modelle, dopo aver sfilato, sono restate in scena, guidano i carrelli, riempiendoli di prodotti e chiacchierando tra di loro.
UNA IDEA DI KARL LAGERFELD
L’idea è venuta a Karl Lagerfeld, creatore indipendente che collabora tra gli altri anche con il brand Chanel. Lui ha inventato tutta la scenografia dell’ ipermercato, con tanto di 34 reparti affollati di generi alimentari e prodotti per la casa, come frutta, formaggi. C’è da dire che non si trattava di prodotti qualsiasi: le bottiglie dell’acqua per esempio erano contrassegnate come Chanel N.0, i biscotti avevano le due C incrociate sulle confezioni, etc.
Al termine della sfilata, gli ospiti si sono precipitati ad accaparrarsi un ricordo tra gli oggetti sugli scaffali, come una scatoletta di acciughe o una confezione di spaghetti. Ma in pochi sono riuscita a varcare la soglia con il gadget modaiolo.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion Argomenti: , , , Data: 05-03-2014 12:47 PM


Lascia un Commento

*