TENDENZE

Jeans, torna la vita alta

di Luca Burini
Must per il giorno e per la sera. Su misura o meno. Parola di Guido Biondi, il direttore creativo di Roy Roger's.
Guido Biondi, direttore creativo di Roy Roger's.

Guido Biondi, direttore creativo di Roy Roger’s.

Ha respirato il profumo delle nuove collezioni fin da bambino. Adesso è lui a firmarle. «Mi piaceva rendermi utile attaccando bottoni o mettendomi alla macchina da cucire», ha raccontato a Letteradonna.it Guido Biondi, direttore creativo di Roy Roger’s e nipote del produttore del primo jeans italiano.
Il giovane ha debuttato ufficialmente nell’azienda di famiglia a 22, dopo essersi diplomato alla scuola di design. Ma le prime esperienze nel quartier generale dell’impero del jeans made in Italy risalgono ai tempi della scuola media. Un ragazzo cresciuto a pane e jeans insomma. Chi allora meglio di lui può indicare le nuove tendenze della primavera estate 2014? E allora preparatevi a rivoluzionare il vostro guardaroba indipendentemente dalla vostra età. Già perchè la prossima stagione in fatto di Denim si inaugura con una ritorno al passato. Di quelli che lasciano il segno.
DOMANDA: Allora è ufficiale: niente più perizoma e mutanda a vista?
RISPOSTA: Sì e per quanto riguarda lo stile dei pantaloni ci saranno due scuole di pensiero all’opposto. O il jeans estroso o quello pulito, meglio se a zampa.
D: Il jeans è un capo casual?
R: In realtà è un jolly. Basta guardarci intorno. Il demin più pulito e lineare può diventare anche un capo elegante.
D: Quali sono gli abbinamenti vincenti per il giorno?
R: Jeans, maxi maglia, stivali e shopper.
D: E per la sera?
R: Jeans scuro a zampa, giacca dal taglio maschile e camicia bianca.
D: Cosa rende riconoscibile il vostro stile?
R: Tra le varie cose direi il triangolino nero che c’è su ogni jeans e un buon rapporto qualità/prezzo.
D: Tra i servizi che Roy Roger’s  propone c’è anche il made to measure. C’è molta richiesta?
R: Soprattutto nei negozi frequentati dalla clientela internazionale.
D: Quanto costa mediamente un jeans su misura?
R: 390 euro.
D: Il modo di concepire e produrre jeans può ancora evolversi?
R: Certo. Si può fare molto soprattutto per diventare eco al 100%.
D: C’è differenza nel disegnare una collezione che punta sul jeanswear e una “normale collezione donna”?
R: Immagino di sì. Io parto sempre dai jeans e intorno costruisco il resto.
D: Avete annunciato una partnership con Aspesi. Di cosa si tratta?
R: Abbiamo sviluppato una linea di cinque tasche per la primavera/estate 2014 acquistabili nei negozi Aspesi di tutto il mondo. Aspesi è invece al lavoro su un’edizione limitata di capospalla e camice termiche per l’autunno/inverno 2014-2015 che verranno venduti nei nostri.
D: Ma jeans passeranno mai di moda?
R: Credo proprio di no.

Nella gallery di Letteradonna.it alcuni modelli della collezione primavera/estate 2014 presentata il 23 ottobre a Milano.

Per informazioni: Roy Roger’s

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*