Milano p/e 2014

I plissé tridimensionali di Francesco Scognamiglio

di Enrico Matzeu
Giochi di origami in tessuto anche su bluse e camicie, fatte di organza o chiffon trasparenti.
Francesco Scognamiglio, collezione primavera/estate 2014.

Francesco Scognamiglio, collezione primavera/estate 2014.

Milano, 19 settembre. La moda di Francesco Scognamiglio è come sempre sensuale e fatta di sperimentazioni audaci. Per la primavera/estate 2014, infatti, lo stilista ha pensato a una serie di abitini corti, ai quali sono applicati inserti fatti di pieghe più o meno voluminose, che ricordano gonne a plissé, ma che si strutturano in modo articolato. Giochi di origami in tessuto anche su bluse e camicie, fatte di organza o chiffon trasparenti. Gli abiti sono sinuosi, segnano il corpo, hanno le maniche lunghe, ma lasciano scoperte le gambe con giochi di sovrapposizioni in voile. Segno distintivo di Scognamiglio sono poi i ricami e le applicazioni preziose, che si rincorrono sui lunghi abiti di pizzo trasparente, disegnando in lilla e argento motivi floreali, soprattutto sulle maniche a sbuffo. Oltre al nero e al bianco sporco, la collezione si tinge di colori tenui come l’azzurrino e il rosa pallido, soprattutto nelle fantasie leggermente sfumate. Ai piedi le modelle calzano stivaletti impreziositi da numerose fibbie dorate.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*