milano P/E 2014

Le geometrie impalpabili di Fendi

di Enrico Matzeu
Sulla passerella effetti 3D, tessuti preziosi, linee geometriche. E perfino la pelliccia.
Fendi, collezione primavera/estate 2014.

Fendi, collezione primavera/estate 2014.

Milano, 19 settembre. Il défilé di Fendi, disegnato da Silvia Venturini Fendi in sinergia con Karl Lagerfeld è all’insegna della leggerezza.
Voile e organza sottilissima sono i tessuti principi di tutta la collezione, per una serie di tubini, gonne e top fatti di sovrapposizioni geometriche e cromatiche che sfumano una dentro l’altra.
I tessuti diventano poi cerati e traslucidi nelle bluse e nelle gonne a pieghe, che sul finale si riempiono di maxi paillette argento. Le fantasie richiamano geometrie futuristiche, fatte di triangoli e di giochi di pieno e vuoto, riprendendo il colori dell’intera collezione, che sono quelli più caldi dell’arancio, del salmone, del rosa e del beige, sostituiti poi da quelli più freddi del blu e del grigio in tutte le sfumature.
Tagli geometrici e chirurgici anche per le borse, tante e di tutte le grandezze, fatte di pelle bicolor, dove l’arancio e il blu si accostano all’argento, oppure in pelliccia, che entrano in contrasto con  l’impercettibilità degli abiti.
La pelliccia ritorna anche negli anelli e tra i capelli delle modelle, mentre ai piedi le scarpe sono in vernice sfumata o in plexi, con effetti 3D molto suggestivi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Foto, Gallery, Milano, Sfilate Argomenti: , , Data: 20-09-2013 06:52 AM


Lascia un Commento

*