Milano A/I 2013-14

Roccobarocco e i giochi di sfumature

di Enrico Matzeu
Gonne lunghe e trench decostruiti. Tra classico e avanguardia.

La sfilata di Roccobarocco autunno/inverno 2013-14.

Milano, 22 febbraio. Da Roccobarocco le linee sono all’apparenza semplici, ma tra pieghe e plissè, non mancano giochi di forme e sovrapposizioni. A partire dai soprabiti, che inizialmente sembrano dei giacchini e poi si trasformano in trench, a sei bottoni.
Sulla passerella sfila una serie di tailleur stringati sui toni del grigio, con giacche slim e pantaloni dritti. A seguire lunghe gonne plissettate in seta o chiffon portate con scarpe basse, talvolta di vernice.
Le tinte unite vengono spezzate da applicazioni in pizzo o in strass, non troppo evidenti; nei gonnelloni a ruota con stampe floreali su base scura spiccano il rosa salmone, il bluette e il verde menta, che ritornano anche nei golf degradè.
Per la sera abiti rigonfi di morbida organza o lunghe tuniche impreziosite solo da dettagli in pizzo colorato.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*