TENSIONI

Miranda Kerr in rotta con Victoria's Secret

di Daria Simeone
In seguito alle dichiarazioni di Greenpeace, la modella dall'anima ecologica sembra voler abbandonare la sexy passerella.

Miranda Kerr sfila per Victoria's Secret.

La bellissima e ricchissima Miranda Kerr potrebbe abbandonare per sempre le sue ali piumate. Sì, quelle che indossa quando sfila da angelo sulle passerelle di Victoria’s Secret: il colosso americano della lingerie sexy l’avrebbe fatta “sporca”. Ad accusare il gigante di pizzo è stata Greenpeace, inserendolo nella lista dei 20 brand che usano sostanze chimiche tossiche nella loro produzione.
L’ANIMA ECO DI MIRANDA
Secondo indiscrezioni lo studio effettuato da Greenpeace e appena pubblicato avrebbe indignato la Kerr, ambientalista convinta: la top model australiana starebbe riconsiderando il suo rapporto di lavoro con Victoria’s secret in corso dal 2006, praticamente dal debutto in passerella. Miranda ha anche investito il suo impegno ecologico in una linea di cosmetici organici, la KORA Organics appunto, e fa appello pubblico, regolarmente, affinché nel cibo e nei cosmetici vengano usati solo prodotti naturali. Non a caso la Kerr è stata scelta anche come ambasciatrice globale di Earth Hour, l’iniziativa ambientalista che ha come partner il WWF.
I PRECEDENTI DI VICTORIA’S SECRET
Riguardo a Victoria’s Secret va detto che non è questa la prima volta che il brand viene segnalato per l’uso di sostanze chimiche tossiche. Già nel 2003  e poi nel 2008 è stata denunciata da diverse donne che dichiaravano di aver avuto violente reazione allergiche indossando reggiseni contaminati da formaldeide.  Stavolta, secondo quanto riferito dal portavoce di Greenpeace Martin Hojsik al Daily Mail inglese, i livelli di ftalati trovati nella lingerie Victoria’s Secret sarebbero così alti che, se fossero in un giocattolo, questo sarebbe proibito nell’Unione Europea.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*