FASHION ICON

Anna Kendrick strega Hollywood

di Beatrice Pagan
Dopo Twilight, il successo. Da ragazza della porta accanto ai red carpet. Star dallo stile easy-chic.
L'attrice Anna Kendrick.

L'attrice Anna Kendrick. (Photo by Ethan Miller/Getty Images)

Quando, nel film End of Watch – Tolleranza zero, nei cinema dal 22 novembre, il personaggio di Brian Taylor (Jake Gyllenhaal) inizia a parlare della donna che gli ha conquistato il cuore non si potrebbe pensare a un’interprete più adatta di Anna Kendrick per darle volto e personalità sullo schermo. La giovane attrice statunitense incarna, infatti, alla perfezione il ruolo della ragazza della porta accanto, con la testa sulle spalle, dalla bellezza naturale e lontana dagli stereotipi fisici e comportamentali diffusi sui media.
SEMPLICITÀ, L’ARMA VINCENTE
La semplicità è la sua arma vincente che ha fatto breccia nel cuore del pubblico e del mondo di Hollywood. Nel film drammatico diretto da David Ayer, la sua Janet diventa in breve tempo la speranza di felicità, un rifugio sicuro e incarna gli aspetti positivi di un mondo che, visto dagli occhi di un poliziotto impegnato quotidianamente a lavorare a stretto contatto con violenza e criminalità, diventa un tesoro da preservare.
DA BROADWAY AL GRANDE SCHERMO
Anna, a soli 27 anni, è già un punto di riferimento in fatto di impegno e stile, ricercata da registi prestigiosi e applaudita dai suoi stessi colleghi.
Per altre attrici un ruolo in una saga cinematografica di successo come quella di Twilight poteva rappresentare un punto di partenza, o anche di arrivo. Per Anna Kendrick è invece solo un passaggio tra progetti ben più prestigiosi e indipendenti. Innamoratasi della recitazione ancora bambina, la giovane americana si è distinta fin dal suo debutto nel musical High Society, andato in scena a Broadway nel 1998. La carriera teatrale è proseguita con successo fino al 2007, quando la sua interpretazione nel film Rocket Science le ha fatto ottenere l’attenzione di registi e critici. Nello stesso anno la regista Catherine Hardwicke la sceglie per interpretare Jessica Stanley nell’adattamento cinematografico di Twilight, il best seller scritto da Stephenie Meyer.
DOPO TWILIGHT, IL SUCCESSO
La sua prova è talmente brillante da farle ottenere la fiducia della produzione e l’approvazione dei fans della saga, e spingere la sceneggiatrice Melissa Rosenberg a creare per lei il discorso pronunciato da Jessica alla cerimonia di diploma, momento non presente tra le pagine del romanzo Eclipse.
L’anno della consacrazione è però il 2009 quando, grazie al film Up in the Air con protagonista George Clooney, conquista innumerevoli riconoscimenti internazionali e la sua prima nomination ai premi Oscar. Da allora per la giovanissima attrice solo lodi: da Scott Pilgrim vs. the World all’agrodolce 50/50, dalla divertente commedia Che cosa aspettarsi quando si aspetta al doppiaggio del film d’animazione Paranorman, fino al thriller politico diretto da Robert Redford The Company You Keep, presentato in anteprima alla Mostra del cinema di Venezia.
Sotto i riflettori Anna Kendrick preferisce mostrare al mondo solo il suo talento come attrice, mantenendo la sua vita privata tale, senza eccessi o scandali. Accanto a lei dal 2009 c’è il regista Edgar Wright, incontrato durante la produzione di Scott Pilgrim vs. the World.

Anna Kendrick in un abito corto azzurro dalle sfumature metalliche della collezione Reem Acra Resort 2010.

Anna Kendrick in un abito corto azzurro dalle sfumature metalliche della collezione Reem Acra Resort 2010.

DALLO STREET STYLE AI LOOK GLAM
Arrivata a calcare i red carpet internazionali a soli 18 anni, la talentuosa Anna ha faticato un po’ prima di trovare uno stile personale e il feeling giusto con il mondo della moda. Dopo dei look da dimenticare, la maturità artistica si è accompagnata con quella in fatto di abiti e accessori. I top e gli abiti senza forma sono stati presto sostituiti da vestiti corti e colorati, in perfetta sintonia con il suo carattere frizzante, o con capi lunghi ed eleganti. Lontano dai set cinematografici Anna ritorna però a vestire come ogni ventenne dalla vita dinamica, sempre in viaggio e con mille impegni segnati in agenda. Abbandonati i tacchi alti d’ordinanza ad anteprime ed eventi, l’attrice si affida infatti alle sue amate ballerine o a sneakers sportive da abbinare a comodi jeans, top, t-shirt e calde felpe e maglioni. Non mancano nel suo guardaroba nemmeno pratici trench e capienti borse. Tra i suoi colori preferiti il nero e le sfumature calde, ma spazio anche a capi in grado di creare look decisi, quasi ispirati alla musica rock.
IL MAKE UP PUNTA SUGLI OCCHI
Il make up si è adeguato in fretta al cambiamento di stile, sottolineando lo sguardo con ombre create ad hoc per allungare la linea dell’occhio e dare maggiore profondità. La carnagione molto chiara dell’attrice risplende senza fatica con l’aiuto di un blush rosato e qualche tocco di illuminante per cancellare fatica e stanchezza, mentre sulle labbra è, a volte, anche consentito osare con colori molto accesi e appariscenti. Pochi cambiamenti, invece, per i lunghi capelli castani di Anna che, essendo naturalmente lisci, si adattano a ogni tipo di pettinatura in base all’esigenza: da un raccolto elaborato alle più semplici code.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Gallery, Stile Argomenti: , , Data: 23-11-2012 11:59 AM


Lascia un Commento

*