LA NOTTE DEL VOTO

Presidenziali, (e)lezioni di stile

di Enrico Matzeu
I candidati sono pronti a darsi battaglia. Anche attraverso i look. E quelli delle proprie mogli.

Michelle Obama e Ann Romney, entrambe con un abito rosa Schiapparelli.

Mentre in tutto il mondo sale l’attesa per conoscere il nome del 45esimo presidente degli Stati Uniti e mentre i due sfidanti Barack Obama e Mitt Romney si strappano punti percentuale di dibattito in dibattito, le vere protagoniste sembrano essere le mogli. La First lady in carica Michelle Obama e l’aspirante Ann Romney stanno portando avanti una personale battaglia a colpi di stile, che ha coinvolto di fatto anche i mariti. Sembra dunque che per gli esperti, di glamour ovviamente, i look delle coppie presidenziali giochino un ruolo fondamentale in questo duro testa a testa e parrebbe che, dati i trascorsi, gli Obama siano in vantaggio.
QUOTE ROSA SCHIAPPARELLI
Le signore però continuano a sfidarsi in ogni uscita pubblica. In occasione del secondo dibattito presidenziale, ad esempio, entrambe si sono presentate in rosa Schiapparelli, colore ormai tornato di tendenza. La signora Obama ha indossato un tubino di Michael Kors, abbinato a un bolero ton sur ton, mentre Mrs. Romney ha preferito un abito in seta firmato Oscar de la Renta, stilista per altro che l’ha vestita per la prima uscita pubblica al fianco del marito. In questo match si è di fatto avuto un pareggio.
GLI STILISTI SCELGONO MICHELLE
Nella battaglia per avere l’appoggio degli stilisti migliori, però, Michelle Obama è decisamente in vantaggio. Lo stile della First Lady, infatti, oltre che essere copiatissimo e apprezzato da tutti, ha fatto la fortuna di molti designer americani, che sin da subito si sono apertamente schierati con gli Obama. Ultimo in ordine di tempo il newyorkese Thom Browne, che ha vestito Michelle in una delle ultime uscite in campagna elettorale, facendole indossare un abito grigio, impreziosito dal pizzo, in un giusto mix di casual e chic che solo lei sa portare così bene. Caduta di stile invece per Ann Romney, non tanto in fatto di look, quanto di scelte. L’aspirante First Lady, infatti, ha accompagnato il marito in Florida, indossando un abito di Diane von Furstenberg, stilista che da sempre ha espresso la sua preferenza per gli Obama. Pare che dalla maison non l’abbiano presa molto bene.
I MARITI SI RIMBOCCANO LE MANICHE
Anche gli aspiranti presidenti in fatto di stile fanno la loro. Forse consigliati dalle mogli, entrambi durante i comizi cercano di accorciare la distanza con gli elettori, ponendosi nel modo più informale possibile. Se Obama, però, arrotola le maniche della camicia, ma tiene comunque la cravatta al collo, Romney invece se la sfila, cercando forse il consenso degli amanti del casual.
GUARDAROBA GRIFFATO OBAMA
Obama però può dormire sogni tranquilli. Pop star e attrici d’Oltreoceano non hanno perso tempo e per sostenere il presidente hanno adattato il guardaroba alla campagna elettorale. Così Beyoncé ha indossato dei maxi orecchini con il nome del presidente, Katy Perry si è vestita da scheda elettorale, mentre Sharon Stone ha indossato una borsa con l’effige di Barack.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*