al cinema

Tutte le donne di James Bond

di Beatrice Pagan
Da Ursula Andress a Bérénice Marlohe. Le Bond girl seducono e combattono. A partire dal look.

Daniel Craig assieme alle Bond Girl Naomie Harris e Bérénice Marlohe, cast del film Skyfall.

Con Skyfall, nuovo film della saga che lo vede protagonista nei cinema, l’agente segreto 007 festeggia il suo cinquantesimo anniversario. L’affascinante James Bond ha cambiato spesso volto, ambientazione ed ovviamente nemici, ma un elemento si è mantenuto costante: la presenza al suo fianco di donne bellissime, le Bond girl. Nel corso degli anni la partecipazione femminile agli adattamenti cinematografici dei romanzi di  Ian Fleming si è trasformata fino ad avere un ruolo più attivo e non più secondario. Senza dimenticare che l’agente 007, oltre a subire l’indubbio fascino femminile, deve inoltre fare i conti quotidianamente con un’altra donna di potere: il suo capo M., interpretato dall’attrice Judi Dench. Indimenticabile anche la partecipazione dell’agente segreto alla cerimonia d’apertura delle Olimpiadi di Londra. Daniel Craig in quell’occasione ha scortato una Bond Girl d’eccezione: la regina Elisabetta II che, grazie alla perfetta regia, è sembrata entrata nello stadio paracadutandosi da un elicottero, ovviamente indossando uno dei suoi impeccabili abiti.
LE ICONE DI SEMPRE
Tante le attrici diventate famose in tutto il mondo grazie alla popolarità di James Bond, ma solo una è diventata una vera icona del cinema: Ursula Andress. Nel 1962 la sua apparizione in bikini, nel film Licenza di uccidere, ha suscitato grande scalpore ed è diventato in breve tempo uno dei momenti più conosciuti dei film di 007, tanto da meritarsi una citazione in La morte non può attendere con l’analogo look sfoggiato da Halle Berry.  Indimenticabile per i tanti fans anche il personaggio di Pussy Galore, affidato all’attrice Honor Blackman che risplende in Missione Goldfinger. La prima conquista di origine orientale dell’agente segreto è invece Kissy Suzuki (l’attrice Mie Hama) in Si vive solo due volte, mentre l’unica donna che fino ad ora è riuscita a portarlo all’altare è Teresa di Vincenzo (ruolo affidato a Diana Rigg), che in Al servizio segreto di sua maestà muore tragicamente nel giorno delle nozze con Bond.
LE BOND DEGLI ANNI OTTANTA E NOVANTA
Dopo una lunga lista di bionde e brune, gli anni Ottanta si sono aperti con la polemica mediatica suscitata dall’assegnazione del ruolo di Judy Havelock all’attrice Carole Bouquet, che ha lasciato sicuramente un ricordo più intenso delle sue eredi, nonostante la presenza sullo schermo di pop star come Grace Jones o dell’ex Charlie’s Angel Tanya Roberts. Nel decennio successivo il prestigioso ruolo è stato assegnato a Michelle Yeoh o la Desperate Housewife Teri Hatcher, fino all’accoppiata Denise Richards e Sophie Marceau, che in Il mondo non basta hanno rubato la scena all’agente segreto in più occasioni.
LE CONTEMPORANEE, ELEGANTI E SEXY
L’arrivo di Daniel Craig nel ruolo del protagonista è stato accompagnato dall’elegante interpretazione di Eva Green e la sua Vesper Lynd che, in Casino Royale, si muoveva sinuosa tra i tavoli da gioco di Montecarlo e si è dimostrata in grado di rubare il cuore di 007. Solo una breve apparizione, invece, per l’italiana Caterina Murino che, dopo Maria Grazia Cucinotta, ha provato a raggiungere la popolarità internazionale grazie alla popolarità della saga. Dopo Eva e Caterina è stato quindi il turno di Olga Kurylenko e Gemma Arterton, ed infine della sexy Bérénice Marlohe e di Naomi Harris, protagoniste di Skyfall con i ruoli di Severine e dell’agente Eve.
ABITI  E TRUCCO AL PASSO CON I TEMPI
Se l’agente 007 è famoso per il suo completo impeccabile, le Bond Girl hanno esibito con gli anni tanti look diversi. La versione 2012 di queste donne divise tra seduzione ed azione ha obbligato la costumista a cercare abiti in grado di rispettare le caratteristiche principali dei loro personaggi. L’agente Eve interpretato da Naomie Harris indossa sullo schermo pantaloni e giacche eleganti, ma anche gonne sexy e tacchi vertiginosi firmati Jimmy Choo o Christian Louboutin. Per enfatizzare il suo fascino naturale sono stati poi preferiti colori come l’arancione o l’oro. Look molto diverso per Bérénice Marlohe e la sua Severine: le curve sono state enfatizzate e il make up e l’abbigliamento è più dark e sofisticato, ispirato agli Anni Sessanta. La sua introduzione in Skyfall sarà difficile da dimenticare con un abito nero disegnato appositamente per il film.
UN LOOK DA COPIARE
Ricreare nella vita di tutti i giorni un look da Bond Girl non è poi così complicato. L’essenziale è saper riuscire a ricreare l’immagine di una donna sicura di sé, determinata e ovviamente sexy, senza mai esagerare. Via libera quindi durante il giorno a completi eleganti e comodi, anche dal taglio maschile, per poi lasciare spazio la sera ad abiti più femminili ed eleganti che valorizzino il fisico di chi li indossa senza però svelare troppo. I colori possono variare, anche se il nero rimane senza dubbio una scelta vincente, seguito dal rosso fuoco. Immancabili invece i tacchi a spillo, armi non sempre solo di seduzione.
IL MAKE UP DELLA SEDUZIONE
Il make up deve adattarsi, come nel caso degli abiti, alle situazioni e al proprio carattere. Più naturale e meno appariscente durante il giorno, al calar della notte l’aspirante Bond Girl può però dare spazio ad un sofisticato smokey eyes per conquistare al primo sguardo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Stile Argomenti: , , Data: 01-11-2012 12:23 PM


Lascia un Commento

*