MOSTRA

Prato omaggia Enrico Coveri

di Francesca Cogoni
Abiti, bozzetti, fotografie e video esposti fino a gennaio. Per ricordare il grande stilista toscano.
Una foto esposta a Prato e risalente alla collezione P/E '88.

Una foto esposta a Prato e risalente alla collezione P/E '88.

Colore, gioia di vivere, spontaneità, brio: è questo fantasioso mix a contraddistinguere lo stile di Enrico Coveri. Quarant’anni fa lo stilista pratese presentava la sua prima sfilata, catturando a soli 21 anni l’attenzione del mondo della moda fiorentino. Da lì in poi, è stata un’ascesa professionale piena di riconoscimenti e successi, costellata di sfilate nelle maggiori capitali mondiali della moda e di incontri e collaborazioni con numerose star dello spettacolo e della cultura. Grazie alle sue linee intrise di allegria e spensieratezza, sempre caratterizzate dall’alta qualità tipica dell’industria tessile toscana, perfetto connubio di tecnologia e artigianalità, Coveri diventò in breve tempo ambasciatore della moda italiana nel mondo, al pari di Armani, Missoni e Versace.
LA MOSTRA A PRATO
Per chi volesse ripercorrere le tappe più importanti della carriera del celebre creativo toscano e del suo marchio, LetteraDonna.it vi consiglia una visita all’auditorium della Camera di commercio di Prato dove, fino al 18 gennaio 2013, è allestita la mostra COVERI STORY. Da Prato al Made in Italy. Aggirandosi tra abiti, bozzetti, fotografie, video, cover da cui ammiccano raggianti modelle e aitanti modelli, si verrà sommersi da un tripudio di colori e fantasie e catapultati in un’atmosfera giocosa e festosa. L’occasione è ghiotta per scoprire anche una interessante selezione di opere d’arte collezionate da Coveri, grande appassionato d’arte contemporaneo. Tra queste, anche un favoloso ritratto dello stilista realizzato nientemeno che da Andy Warhol.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 23-10-2012 05:06 PM


Lascia un Commento

*