SFILATE MILANO P/E 2013

Da Fendi conta la forma

di Enrico Matzeu
Allure Anni '60 e giochi di geometrie per una donna raffinata e anticonformista.

La sfilata di Fendi primavera/estate 2013.

Milano, 22 settembre. Da Fendi vincono le forme. Giochi di geometrie, di quadrati e rettangoli che si sovrappongono e si sormontano per effetti tridimensionali nei vestitini corti in nappa, arricciati in vita. Allure Anni ’60 anche nei colori, che vanno dal grigio al bronzo, dal giallino al salmone, passando per il blu e il bianco. I pantaloni sono a sigaretta e in nappa senape, così come le gonne, proposte anche in tessuti tecnici casual-chic. Pelle e pelliccia, dunque, anche per la primavera, che i designer Karl Lagerfeld e Silvia Venturini Fendi hanno voluto per i cappottini in astrakan nero o in nappa, leggermente bombati e con le maniche a uovo, portati decisamente abbondanti. Pellicciotti color polvere e maxi cardigan con texture a rombi completano gli outfit di una donna raffinata e anticonformista allo stesso tempo. Gli abiti corti poi si riempiono di mini frange grigie o di luccicanti paillette color tortora che illuminano la sera griffata Fendi. Gli accessori, poi, sono il vero must della sfilata, dove le geometrie in 3D si  impossessano di scarpe e borse. Queste ultime portate mini o maxi, spesso una dentro l’altra per giochi di stile e di prestigio.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Foto, Gallery, Milano, Sfilate Argomenti: , Data: 22-09-2012 05:17 PM


Lascia un Commento

*