AGO, FILO & BEAUTÉ

È di moda la bellezza

di Antonella Rossi
Jacobs e Lagerfeld stanno per lanciare la loro linea di make-up. L'attesa è già alle stelle.

Oggi non sorprende più che uno stilista (o una star) lanci una linea di make-up o un profumo. La moda, ormai, è un settore che abbraccia l’universo femminile (e maschile) in modo trasversale. Detto ciò, c’è sempre grande attesa di fronte a ogni nuova creazione, qualunque essa sia, soprattutto quando i debutti riguardano nomi eccellenti.
IL KAISER SI DÀ LA TRUCCO

Lo stilista Karl Lagerfeld. (Sgp)

L’ultimo in ordine di tempo a sbarcare nel mondo del make-up è Karl Lagerfeld, art director della maison Chanel: a novembre lancerà una linea studiata con il brand giapponese Shu Uemura. La Holiday collection, 17 pezzi in edizione limitata (ancora top secret nei colori e nel packaging), è stata curata personalmente dal Kaiser della moda, che ha seguito tutta le fasi della realizzazione, dal progetto, alla scelta delle nuance per blush, palette e rossetti, fino alla campagna fotografica.
La collaborazione è anche un omaggio al brand giapponese da parte di Lagerfeld, che da vent’anni utilizza ombretti Shu Uemura per disegnare i suoi bozzetti.
MARC PUNTA SU SEPHORA

Il creativo Marc Jacobs. (Sgp)

Anche Marc Jacobs, direttore artistico di Louis Vuitton, non è da meno. Dopo i profumi e un’incursione nell’universo smalti, ha messo in cantiere una collaborazione con il colosso francese Sephora, per la realizzazione di una linea completa di make-up.
L’annuncio, apparso su wwd.com, parla di un progetto appena partito, che dovrebbe debuttare sul mercato nel 2013.
Il condizionale è d’obbligo perché nulla trapela dall’entourage dello stilista americano, che però si dice entusiasta di questa nuova sfida e ha dichiarato che non vede grandi differenze tra il suo consueto mestiere e la realizzazione di una linea di cosmesi, anzi, le due attività sono fortemente collegate.  «Il rituale di vestirsi, tutto ciò che le donne amano come le borse, le scarpe, i profumi, i vestiti, il trucco, tutto questo per me è moda», ha sottolineato Jacobs.
In attesa di vedere, e provare, le nuove creazioni di questi due guro del fashion system, è bene fare un passo indietro, perché la felice intuizione di «allargare i confini della moda» risale almeno a cento anni fa.
IN PRINCIPIO FU POIRET

Eau de rosine, il primo profumo di Paul Poiret, datato 1911.

La prima incursione della moda nel mondo della cosmesi si deve, infatti, a Paul Poiret, famoso stilista dei primi del Novecento.
Passato alla storia per aver liberato le donne dal corsetto, nel 1911 si inventa i profumi della linea Rosine: una rivoluzione destinata a dettar legge negli anni a venire e a stravolgere il concetto di separazione tra profumeria e haute couture, fino ad allora dominante.
Dieci anni dopo è la volta di Chanel; è infatti il 1921 quando Madame Coco lancia il celebre Numero 5°, il suo primo profumo.
L’obiettivo è quello di ottenere una fragranza composita, sfaccettata e complessa come l’anima di ogni donna, espressione di femminilità. Ernest Beaux, già profumiere alla corte degli zar di Russia, le presentò una serie di campioni numerati da 1 a 5 e da 20 a 24. La quinta fiala conteneva ben 80 componenti, la ricerca aveva avuto buon esito. È la nascita di un mito.
Nel 1947  invece debutta Miss Dior, primo profumo della maison francese, mentre è del 1955 il primo rossetto del marchio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Foto, Gallery, Persone, Protagonisti Argomenti: , Data: 03-07-2012 10:08 AM


Lascia un Commento

*