PITTI BIMBO

Piccoli vestiti, grandi numeri

di Francesca Negri
Colori fluo, capi stampati e accessori. I trend della moda da 2,6 miliardi di euro.

FUN&FUN, collezione p/e 2013.

Il nero crisi non piace alla moda bambino: nonostante il calo del consumo di moda junior delle famiglie italiane (-4,7%), il childrenswear continua a vedere a colori e nel 2011 è tornato a segnare trend positivi: + 5,4%, l’export in crescita del 11,6% e un fatturato di 2,6 miliardi di euro.
TENDENZE
L’edizione appena conclusa di Pitti Bimbo a Firenze con i suoi oltre 10 mila visitatori (6.300 i compratori, in aumento del 3% quelli provenienti dall’estero), porta energia e lancia una moda power colors, hippy e un po’ chic. Stampe e inserti di sangallo; macramè e cotone operato. Molto fluo, in generale, con punte di turchese, verde, arancio anche su collane, borse, cerchietti. E chi più ne ha ne metta di accessori: a “Pitti Bimbo75”sono loro i veri protagonisti.
MUST HAVE
Non più soltanto Fendi e Gucci, l’accessorio piace a tutti. Per Armani Junior il segmento compre il 15% del fatturato, su un giro d’affari di 1.800 milioni di euro. Dolce & Gabbana invece fa in piccolo gli stessi modelli proposti per l’adulto: pronti per la mini Miss Sicily? Sta arrivando.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Eventi&Fiere, Fashion, Gallery, Sfilate, Tendenza Argomenti: Data: 02-07-2012 11:45 AM


Lascia un Commento

*