STRONCATURE

Geri, la moda non fa per te

di Daria Simeone
La Spice Halliwell forse intrapenderà la carriera di stilista. Ma la stampa la boccia in partenza.

Geri Ginger Halliwell.

C’era da aspettarselo. Soltanto qualche minuto dopo la reunion delle Spice Girls (davanti alla stampa per presentare Viva Forever, il musical che porta la firma di Judy Craymer, e che debutterà a Londra entro la fine del 2012) le critiche hanno cominciato a sollevarsi. e tutte erano rivolte alla povera Geri Ginger Halliwell.
La Spice si è presentata con un cortissimo abitino bianco di pizzo, a metà strada tra un vestito da prima Comunione e una sottoveste da bancarella. Ma il peggio è che girl ha rivelato ai giornalisti di aver realizzato lei stessa l’abito, con l’aiuto di Emma Bunton, collega del mitico gruppo.
Insomma nulla è cambiato da quei Brit Awards del 1997 alla viglia dei quali Geri confezionò, con l’aiuto di sua sorella, l’abito con la bandiera inglese che avrebbe poi sfoggiato sul palco.
I critici non hanno resistito all’ennesima occasione per strigliarla: «Cara Geri, non starai mica cercando di emulare la tua amica Posh Beckham? Se così fosse, la strada da percorrere è ancora lunga».
Ma la Halliwell per ora si accontenta di aver ridisegnato il vestito-bandiera per la catena low cost Next. La moda, quella vera, può attendere.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Persone, Protagonisti Argomenti: Data: 29-06-2012 02:41 PM


Lascia un Commento

*