BILANCI

C'è chi dice "sì" (e spende)

di Francesca Negri
Linee e tessuti ricercati negli 8000 abiti di SìSposaitalia, un mercato che vale 213 mln di euro.

Un abito di Luisa Sposa che sfida la tradizione del total white.

Cala il numero dei matrimoni ma non diminuisce il loro costo. Si è passati infatti dalle 420 mila cirimonie celebrate nel 1972 alle 218 mila nel 2010 ma, secondo le stime di Federconsumatori, i matrimoni generano un indotto di circa 10,5 miliardi di euro, con una spesa media per il singolo evento che parte dai 34 mila euro, fino a superare i 57 mila euro (però!). Tuttavia, se è vero che anche gli sposi in tempo di crisi sono costretti a fare i conti con budget più contenuti, piuttosto tagliano il numero degli invitati, ma non l’abito da sogno. E il fashion business gode.
LE TENDENZE PER IL 2013: FIORI E PIZZO
Per la moda sposa il 2013, sulle passerelle di SìSposaItalia di Milano che si è conclusa il 25 giugno 2012, sarà di certo l’ anno del fiore: applicato, ricamato a tutto colore o tono su tono. Non c’è capo che non lo richiami e dove manca sull’abito, il fiore ritorna sull’accessorio. Un cappello bouquet? Perché no, oppure un cerchietto stilizzato, un velo puntato che crea stravaganti corolle, una borsetta con i petali.
Torna in auge anche il tessuto stampato e si conferma protagonista della moda bridal 2013 il pizzo: ricamato, impreziosito con fili lurex, perline, e paillettes di varie dimensioni.
Sempre in tema di tendenze, originali gli abiti effetto brinato, come bagnati dalla rugiada: il tocco di stile che conferma il tema “flore” sottolineato dal colore pieno: gonne corolle con pannelli verdi, rosa o stampati.
LA RIVINCITA  DELL’AVORIO
Il bianco, per lo più avorio, si fonde con colori polverosi: cipria, cannella, vaniglia, albicocca che rievocano atmosfere un po’ retrò. E c’è chi non abbandona il notturno anche per il sì e allora via libera al blu notte.
Cristalli, tanti e molto colorati ma il tocco più stravagante si nota nei capi di Max Chaoul: lo stilista francese propone un abito da sposa “pop” in tinta fluo.
DEDICATO A CHI AMA GLI ECCESSI
Danilo Fedrighi sorprende con abiti scenografici: corpetto di pitone color cipria, abiti intessuti con fili metallici e un mood da La

Un capolavoro di ricami, La scarpetta perduta di Cenerentola.

sposa cadavere in bianco e nero con plissé serigrafato. Ad ispirare lo stilista di Terni è Tim Burton. Ma la favola moderna cede davanti alla più sognante delle icone storiche. E a catturare l’attenzione c’è lei: “La scarpetta perduta di Cenerentola”: una décolleté preziosa, realizzata a mano, fatta di crinoline e fili metallici: 50 ore di lavoro, 4.000 cristalli. E un costo importante da non svelare nemmeno al principe azzurro: 4.000 euro. Per un “Sì” da vertigini e non solo per i tacchi.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*