ARTE, CINEMA & MODA

Sotto il segno di Marilyn

di ludola
Dopo il film con la Williams, due mostre, a Milano e Firenze, e una scarpa cult.

Il poster della 65esima edizione del Festival del Cinema di Cannes 2012, dedicato a Marilyn.

Tra arte e moda, cinema e costume, il mito di Marilyn Monroe rivive più forte che mai in questo 2012, anno in cui ricorre l’anniversario della sua morte. Non a caso la prima celebrazione ufficiale di Norma Jeane Baker (questo il suo vero nome prima che diventasse l’artista che tutto il mondo conosce) è avvenuta proprio con la 65esima edizione del Festival di Cannes e un poster ad hoc della rassegna: un famoso scatto di Otto L. Betteman che ritrae la star mentre spegne, con la sua leggendaria sensualità, la candelina di una torta. Ed è questa immagine l’apripista di una serie di iniziative ed eventi di risonanza mondiale, dedicati a una delle icone hollywoodiane più amate della storia del cinema. Sul grande schermo ci ha pensato Michelle Williams a vestire i panni della celebre bionda in Marilyn, film dolce e intenso che restituisce l’immagine della diva fragile e indifesa.
DOPO IL FILM UNA MOSTRA
Ma l’omaggio all’attrice entra nel vivo anche a Milano (e non solo) con una mostra internazionale di dipinti a olio realizzati dall’artista Alessandro Gedda e tutti dedicati alla bellezza e alla seduttività della protagonista di A qualcuno piace caldo. Inaugurata il 19 giugno presso l’Umanitaria (via San Barnaba 48, Milano), l’esposizione – in programma fino al 7 luglio 2012 a Milano e successivamente a Cannes, Lugano e Mosca – raccoglie 50 opere ispirate da centinaia di scatti fotografici e nate dal desiderio di Gedda di ritrarre per 50 volte “il mito dei miti” e la sua bellezza. Come a volerla fermare per sempre sulla tela.
LE DÉCOLLETÉ ROSSE IN LIMITED EDITION
Il fil rouge della mostra, e delle celebrazioni, unisce anche i Fratelli Rossetti che prendono parte al progetto A Tribute to Marilyn con Lady Brera, realizzando il modello di punta della prossima stagione invernale 2012-2013 in una versione limited edition tutta dedicata all’attrice. Si tratta di un’iconica décolleté in coccodrillo “rosso Marilyn” che non mancherà di affascinare fan della star e shoes addicted e diventerà accessorio cult della prossima stagione. Inoltre cinque boutique Fratelli Rossetti – Firenze, Milano, Parigi, New York e Mosca – renderanno omaggio a Marilyn Monroe ospitando all’interno delle proprie vetrine i quadri in questione e alcune sculture realizzate sempre da Alessandro Gedda ispirate al Lady Brera.
IN STILE WARHOL LA LATTINA GRIFFATA
Nemmeno la Pepsi si è voluta sottrarre all’omaggio dedicando all’attrice una lattina special edition con una stampa realizzata

Uno scatto della nuova Pepsi customizzata Monroe.

dall’artista Sid Maurer e ispirata a una scena del film Gli uomini preferisco le bionde. Insomma, una citazione in puro stile pop art che riporta immediatamente alla mente Andy Warhol e le sue illustri serigrafie che trasformarono il sex symbol americano in un’icona pop. Tra queste l’opera in bianco e nero Quattro Marilyn che, invece, farà parte dell’exhibition Marilyn, di scena da oggi a Firenze al Museo Salvatore Ferragamo.
LA MOSTRA AL MUSEO FERRAGAMO
La mostra al Museo Salvatore Ferragamo di Firenze, in programma fino a gennaio 2013, è una speciale ricostruzione che mescola le immagini della donna con quelle del mito, la quotidianità con la mondanità della diva. Tra foto, filmati e scritti, ma soprattutto tra abiti, indossati in alcuni dei suoi film più celebri, e un’area speciale tutta dedicata alle scarpe, tra cui le décolletées create appositamente per lei da Salvatore Ferragamo in persona. Per una Marilyn Monroe dallo stile ineguagliabile e immortale.

 

 

 

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*