INTIMO SALVA LINEA

Signora si contenga, per favore

di Valeria Volponi
Il caldo è arrivato, è ora di mettere in mostra la silhouette, ma l'inverno ha lasciato il segno (leggi qualche chilo in più). Ecco come risolvere il problema, senza passare dal chirurgo.

È primavera. Che ci piaccia o meno, è giunto il momento di togliere i maglioni in cui ci siamo nascoste, blindate e mimetizzate durante l’inverno. Via libera, dunque, ad abitini svolazzanti che mettono in primo piano gambe e braccia.
IL CAMERINO NON PERDONA
Il problema è che questo implica l’impietosa esposizione di rotolini accumulati durante la stagione fredda, e il cosiddetto «effetto camerino» è inevitabile. Ovvero, la voglia di restare chiuse (per sempre) in quel metro quadrato di negozio in cui  proviamo gli abiti: le luci e l’incontro ravvicinato, troppo ravvicinato, con le specchio, amplifica l’improponibile pallore e la silhoutette informe.
IN PRICIPIO FU IL JEANS

I jeans Liu-Jo salva derrière.

Tranquille donne, la moda ci viene in soccorso. Già, qualche anno fa i marchi Liu-Jo e Fiorucci avevano lanciato sul mercato un modello di jeans pensato per regalare un «sedere da sogno», senza passare per la palestra, o per il centro estetico a dilapidare il conto in banca in massaggi.
INTIMO SALVA LINEA
Ma oggi la rivoluzione è, per così dire, ancora più intima.
Contro ogni previsione, sono tornati in auge gli indumenti salva linea, ovvero guaine, corsetti, body contenitivi e modellanti che mascherano, aggiustano, alzano e tonificano.
Con un paio di accorgimenti, e un investimento a prova di budegt ridotto, chiunque può permettersi di indossare un abitino fasciante o un pantalone attillato, senza rivelare cosa c’è sotto.
LA DONNA PIÙ AMATA DALLA DONNE

Sara Blakely, inventrice della linea contenitiva Spanx, sulla cover di Marzo di Forbes.

Dobbiamo dire grazie a Sara Blakely, ex casalinga americana inventrice di Spanx, una collezione di biancheria intima elasticizzata che rimodella i fianchi, strizza la pancia, slancia le gambe e alza il derrière. Ultimo nato, il reggiseno che, indossato sotto magliette aderenti, imprigiona gli antiestetici rotolini della schiena. Il tutto con prezzi che partono da 30 euro, a salire.
La figura perfetta ha un prezzo accessibile, insomma, e decisamente più basso di qualunque intervento estetico.
L’idea si è rivelata talmente vincente che madame Blakely è stata  incoronata dal mensile amercano Forbes «la più giovane miliardaria partita da zero». Ma Spanx ha fatto scuola e anche molti marchi italiani, da Pompea a Playte, a Yamamay hanno proposto la loro versione, basic, di guaina modellante. Il range di prezzo va, anche in questo caso, dai 30 euro in su.
MEGLIO DELL’ESTETISTA

Yamamay, collezione primavera estate 2012.

Tra i best seller di stagione, ci sono anche i leggings push up di Calzedonia, che promettono di risolvere l’orrendo effetto botticella dato dai fuseaux Anni ’80  indossati con le ballerine. L’investimento? Piccolo piccolo: circa 25 euro.
L’evoluzione futuristica di questi capi, amatissima da star come Madonna e Scarlett Johansson, che non affrontano nessun red carpet senza indossarli, è in chiave functional. Ovvero: oltre a modellare, alcuni di questi capi amici fanno anche penetrare nel corpo sostanze benefiche, come nel caso dei pantaloni anticellulite o micromassaggianti, che modellano la forma e il tono delle curve e rilasciano una dose costante di crema anticellulite.
Certo, un dubbio rimane. Ovvero, se, complice l’effetto magico, la serata finisce in chiave romantica… al momento della svestizione il desiderio rischia di avere un brusco calo alla vista della guaina contenitiva.
Intimissimi ha pensato di intervenire anche sul fronte dell’estetica, con alcune proposte della collezione primavera 2012, che ricordano i capi di fine Anni ’50: fiorellini, colori pastello, aria romantica e un po’ retro.
Per la svestizone completa, meglio spegnere la luce.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Foto, Gallery, Shopping, Stile, Tendenza Argomenti: Data: 27-03-2012 11:36 AM


Lascia un Commento

*