SEDUTE DELL'ALTRO MONDO

Prego, mettetevi pure scomodi

di Enrico Matzeu
Dovrebbero svolgere una funzione semplice, quella di farci accomodare. In realtà, si limitano ad arredare casa. Su queste sedie è davvero impossibile poggiare il lato B. Guardate la gallery.

Sono sedie, pouf e poltrone, ma non pensate nemmeno per un attimo di accomodarvi. A tutto si prestano, meno che ad accogliere schiena e dérriere. Il perché è presto detto: hanno linee e forme talmente bizzare che, da complementi di arredo funzionali, si elevano a oggetti di puro design. In altre parole appagano la vista, con buona pace della funzionalità e, appunto, della comodità.
Modainforma.it ha sbirciato tra le ultime novità. E ce n’è davvero per tutti i gusti.
LA NATURALEZZA DEL LEGNO

Zig Zag, la sedia in legno di Cassina.

Zig zag, la sedia in legno di Cassina, ideata dal designer Gerrit Rietveld, sfida la legge di gravità.
È impossibile immaginarla come rifugio per un momento di relax, tuttavia nel salone di casa fa una gran bella figura. E tra gli estimatori è un pezzo da collezione.
Una certa sensazione di instabilità la dà anche la seduta a tre gambe Petite Gigue, disegnata da François Azambourg per Moustache. In legno chiaro, ha un aspetto statuario. Soltanto dopo essersi seduti si contribuisce a bilanciarne l’assetto (esperianza tutta da provare).
Legno anche per la Frame Chair di Established & Sons: spigoli e forme triangolari le conferiscono un’allure classica e moderna allo stesso tempo. Forme pentagonali, invece, per la poltrona in paglia di Vienna Lui5 dei Fratelli Boffi, che ricorda il trono dell’ape regina. Ma anche in qeusto caso si fa prima ad ammirala che «a usarla».
GEOMETRIA, QUESTA SCONOSCIUTA

La Thin black lines in ferro di Phillips de Pury.La geometria non è opinabile. Tuttavia alcuni designer si dilettano a sovvertirne le regole, giocando con linee e proporzioni.

Lo ha fatto, per esempio, Phillips de Pury, con la sua Thin black lines in ferro. È una sedia cento per cento instabile e il risultato è tanto bello quanto disorientante.
Illusioni ottiche sono garantite anche da Magica, la sedia ideata da Davide Conti: due pannelli in plexiglass ne sorreggono altri tre in legno laccato nero o bianco, facendo sembrare la seduta sospesa nel vuoto. A prova di brivido, insomma.
In fibra di carbonio, invece, è Fly, la sedia prodotta da Zanotta su progetto di Mark Robson. Leggera e trasparente, è adatta ad arredare soprattutto terrazze e giardini.
Si ispira alle graffette Moustache, costituita da un tubolare in acciaio imbottito, disponbile in diversi colori, tra cui il nero, il giallo e il rosso, per un effetto decisamente pop. Susseguirsi di linee anche per la Vegetal Chair di Vitra, dove le fasce in poliamide tinto ricordano le forme di alberi e cespugli.
SEDUTE INTERATTIVE PER SPORTIVI

Her, la seduta disegnata da Fabio Novembre per Casamia.

Giocare con il design è ormai il passatempo preferito di arredatori e creativi. È così che nascono sedie originali, come Her e Him, prodotte da Casamania e realizzate da Fabio Novembre, che si è ispirato alle nudità di Adamo ed Eva per realizzare una seduta che riproduce i lineamenti del corpo maschili e femminili.
Per gli amanti dello sport, invece, c’è una novità che arriva dall’India. Bounce di Ferry Ganatra è una poltrona con base in plastica e seduta composta da una rete elastica. Colorata e dinamica è l’ideale per chi non vuole annoiarsi neanche nei momenti di relax.
MODELLI A SCOMPARSA
Per le abitazioni più piccole e soprattutto per chi ama l’ironia applicata al desigfn ci sono le sedie pieghevoli, che in un attimo spariscono. Dalle forme più tradizionali, a quattro gambe, c’è Stich Chair, di Cappellini, realizzata in lastra d’alluminio colorato, che si chiude con un solo gesto. Stessa funzionalità anche per Flux Chair, che ricorda più una poltrona e che si piega con estrema facilità, diventando una valigetta trasportabile.
POUF A SFERA
La ciliegina sulla torta sono i pouf, come quelli sferici di Maurizio Galante che, riproducono nella forma e nei colori, frutti  e piante.
Colorato e ironico è anche Sushi, il pouf a spicchi di Moroso. La stessa ditta propone anche Kub, un cilindro in ferro traforato, decisamente originale, ma altrettanto scomodo.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Shopping, Tendenza Argomenti: Data: 01-03-2012 02:09 PM


Lascia un Commento

*