STARSYSTEM

Tre volte venti per Isabella

di Enrico Matzeu
L'attrice, modella, regista festeggia 60 anni e una vita ricca di passioni.

L'attrice e regista Isabella Rossellini.

Isabella Rossellini fa 60, anzi tre volte venti, come il titolo del film di Julie Gavras Late Bloomers, che l’ha vista di recente come protagonista. Attrice, modella, fotografa, regista, ma soprattutto icona di fascino e stile, che ha rappresentato l’Italia nel mondo e che continua a farlo con estrema eleganza. La Rossellini è l’esempio vivente che la vera bellezza non è qualcosa di ostentato, ma un equilibrio sottile, un’armonia pacata, che si conserva poi negli anni. «In questa società una donna può essere intelligente, ma soprattutto deve essere bella. Ho usato il mio aspetto per cercare di fare quello che volevo senza precludermi nessuna possibilità» ha recentemente sottolineato l’attrice che, proprio grazie alla sua intelligenza e al suo avere mille interessi, è riuscita ad affermarsi su più fronti, conquistando oltre cinquecento copertine dei magazine di tutto il mondo. Oltre al cuore di personalità come Martin Scorsese, David Lynch, Gary Oldman e Christian De Sica con cui ha avuto legami profondi.
DALL’ITALIA ALL’AMERICA
Nata il 18 giugno 1952, figlia del regista Roberto Rossellini e dell’attrice svedese Ingrid Bergman, Isabella ha saputo conservare il fascino della madre e l’arte del padre, affacciandosi al mondo del cinema a soli 17 anni con una parte nel film Nina di Vincent Minnelli. Dopo aver esordito sul piccolo schermo nel programma L’altra domenica di Renzo Arbore, nel ’79, sposa il regista americano Martin Scorsese e si stabilisce negli Stati Uniti, anche se il matrimonio durerà solo due anni. Per la Rossellini iniziano i primi successi e il fotografo Bruce Weber la vuole nel 1980 per la copertina dell’edizione inglese di Vogue. Nelgiro di pochi anni diventa la musa dei fotografi più in vista del momento: da  Richard Avedon a Steven Meisel, da Helmut Newton a Annie Leibovitz.
TESTIMONIAL DI CAMPAGNE DI MODA E DI BELLEZZA
Nell’86 l’allora compagno David Lynch la dirige in Velluto blu, pellicola molto apprezzata in America, che destò invece scalpore in Italia per alcune scene di nudo dell’attrice. La sua bellezza viene notata da Lancôme, che la vuole come testimonial esclusiva dei suoi prodotti. L’idillio finisce però nel 1996, quando viene rimpiazzata da Juliette Binoche. È proprio allora che il duo milanesi Dolce&Gabbana la vuole per una campagna pubblicitaria, esaltandone il suo fascino senza tempo e la sua femminilità, evocata soprattutto da uno sguardo intenso e profondo. Che fa ancora un’eccellente conquista, quella di Madonna. La pop star, infatti, la inserisce nel videoclip del singolo Erotica e nel libro fotografico Sex. Nel 2010 è tornata sugli schermi italiani nel film di Saverio Costanzo, La solitudine dei numeri primi, nello stesso anno in cui l’hanno voluta anche come presidente di giuria al Festival di Berlino. Una vita intensa dunque, ma possiamo stare certi che Isabella Rossellini, donna, madre di due figli  (Elettra dell’83 e Robero del 93), modella, regista, attrice, non ha certo finito di stupirci.

© RIPRODUZIONE RISERVATA


Lascia un Commento

*