CANDIDATI SPECIALI

Aspetta l'Oscar, ma sogna la moda

Mark Bridges, costumista di The Artist, rivela a ModaInforma.it un suo desiderio.

Alcuni costumi disegnati da Mark Bridges per il film The Artist.

La notte degli Oscar ha i giorni contati: al Kodak Theatre di Los Angeles, il 26 febbraio, si terrà la cerimonia di assegnazione delle ambitissime statuette dorate. ModaInforma.it ha incontrato Mark Bridges, candidato, tra gli altri, come migliore costumista per il film The Artist, di Michel Hazanavicius. Film, peraltro, con il più alto numero di nomination, dieci in tutto.
«Essere qui è già un grande privilegio. Il mio lavoro è esclusivo. Studio il carattere del personaggio insieme all’attore che lo deve interpretare. Ho la fortuna di instaurare rapporti speciali con tutte le persone con cui lavoro. È questa la vera vittoria, al di là di qualunque altro premio». Entusiasmi (più che comprensibili) a parte, la notizia è un’altra. «Mi piacerebbe, un giorno, poter creare un marchio con il mio nome. Ma non perché io sia particolarmente interessato all’industria della moda, ma perché conosco il potere straordinario di un abito. Ovvero quello di saper raccontare, a volte più delle parole, una storia» ha rivelato Bridges. E questo ha già creato molta curiosità nel fashion system. L’artista in passato ha collaborato con la masion Prada per un progetto legato alla sua Fondazione e di Miuccia conserva questo ricordo: «È una donna semplice, elegante e spontanea. A fine evento invitò tutti gli artist coinvolti nel progetto, me compres, a cena nella sua casa. Tutto era così raffinato e straordinario». (G.F.)

 

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Persone, Protagonisti Argomenti: Data: 24-02-2012 12:58 PM


Lascia un Commento

*