EXPORT

All'estero tutti pazzi per le nostre scarpe

Il 2011 si è chiuso con un +3,4% e il trend è positivo anche nel primo trimestre del 2012. Critico invece il mercato interno.
Un modello della collezione P/E 2012 di Giuseppe Zanotti, simbolo della scarpa made in Italy.

Un modello della collezione P/E 2012 di Giuseppe Zanotti, simbolo della scarpa Made in Italy.

Vola la scarpa made in Italy all’estero. Cresce in quantità (+3,4%) e in valore (+12,7%) l’export del settore calzaturiero, nonostante una contrazione del mercato interno, che continua a vivere una fase di stagnazione, con un calo del 2% degli acquisti delle famiglie. È quanto emerge dai dati relativi
al 2011 presentati dall’Anci (Associazione nazionale calzaturifici italiani) durante l’assemblea annuale dei soci a Milano.
BENE ANCHE NEL 2012
Anche nel primo trimestre del 2012 gli interscambi hanno raggiunto i livelli precedenti alla crisi economica, in particolare verso Paesi come gli Stati Uniti, la Russia, la Cina e il Giappone: «Il comparto moda calzature italiano ha un potenziale ancora inespresso, che è il presupposto per tanti successi nei prossimi anni», ha spiegato Cleto Sagripanti, presidente di Anci. Che ha però precisato: «La propensione all’export non può essere la sola arma: vogliamo che le nostre imprese non siano forzate esclusivamente a vendere i propri prodotti all’estero, ma che possano lavorare con successo anche sul mercato domestico».
IN DUE ANNI RADDOPPIATO L’EXPORT VERSO LA CINA
Per quanto riguarda le esportazioni, nel 2011 sono cresciute in valore quelle verso i primi tre mercati di riferimento (Francia, Germania e Stati Uniti) e l’aggregato Cina – Hong Kong si attesta come settimo mercato di destinazione, con un valore raddoppiato negli ultimi due anni (+88% in Cina). Nel 2011 sono aumentate anche le ore di cassa integrazione nei calzaturifici: un trend che prosegue anche nel primo trimestre del 2012, con un +2.1% rispetto al periodo precedente.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Accessori, Fashion, Scarpe Argomenti: , , Data: 07-06-2012 06:56 PM


Lascia un Commento

*