INVESTIMENTI

Ritorna il mocassino (di lusso)

Il colosso francese Lvmh investe nella fabbrica gioiello Berluti di Ferrara. E rilancia il modello Andy.

I mocassini Andy, nati nel 1962, in edizione limitata per il 50esimo.

Un unico piano, vetrate ampie per sfruttare in pieno la luce del sole e impiego di materiali naturali, a basso impatto ambientale. Dovrebbe essere questo il nuovo impianto produttivo di scarpe super lusso voluto dal colosso francese LVMH a Ferrara.
La rinascita post-terremoto dell’Emilia potrebbe quindi partire dalla moda. O meglio, ripartire. Il gruppo del lusso ha deciso di rilanciare e potenziare uno storico marchio dell’artigianato locale, la Berluti, che produce raffinatissime calzature da uomo, già di proprietà di LVMH dal 1994.
NUOVO STABILIMENTO PRONTO PER IL 2013
Il cantiere dovrebbe iniziare entro la fine dell’anno e per il 2013 il nuovo impianto, che prevederà anche una scuola di alta formazione per maestri artigiani del cuoio, sarà ultimato. A regime, si stima che l’organico comprenderà ben 216 persone.
Vent’anni fa, a Ferrara, chiudeva la Zentih, uno dei primi calzaturifici prêt-à-porter d’alta moda: ora le ex dipendenti, già assorbite dalla Berluti ai tempi, saranno il traino per il rilancio.
Intanto il brand festeggia i 50 anni producendo una collezione unica in sei colori del suo famoso mocassino Andy, il prediletto dell’artista Andy Wahrol, da cui appunto prende il nome. (M.M.)

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Accessori, Scarpe, Shopping, Stile Argomenti: , , , Data: 29-05-2012 03:48 PM


Lascia un Commento

*