TESTIMONIANZA

Tyra, stop all'anoressia

di Maddalena Montecucco
Lettera aperta della ex supertop: «Amate i vostri difetti». A Milano, un film sui disturbi alimentari.

 

La ex modella e ora produttrice televisiva Tyra Banks.

È stata una supertop degli Anni ’90, dagli occhi dolcissimi e dalle forme supersexy. E proprio quelle curve le hanno creato un sacco di problemi. Di alimentazione. Tyra Banks, ex modella e ora conduttrice e imprenditrice, non ha mai nascosto il problema, anzi, lo ha denunciato apertamente. E’ stata famosa la replica in tivù, nel suo talk show personale, a una impietosa paparazzata che la ritraeva con la pancia in evidenza: «Sono una donna forte abbastanza da superare questo genere di attacchi, ma se avessi avuto una bassa autostima, avrei avuto un’immagine distorta di me. E questo accade ogni giorno, a centinaia di miglia di donne nel mondo». Tyra, in costume da bagno, aveva quindi concluso la sua performance invitando i suoi accusatori a baciarle il suo grasso fondoschiena, ottrenendo l’ovazione del pubblico.
«APPREZZATE I VOSTRI DIFETTI»
E ora è tornata sull’argomento, congratulandosi per la decisione presa dalle 19 edizioni di Vogue di non impiegare più modelle con evidenti disturbi alimentari. E lo ha fatto con una lettera aperta al quotidiano online The Daily Beast: «Giovani donne, ovunque voi siate, è triste pensare che il nostro corpo sia o non sia di tendenza, proprio come nella moda. Questa cosa vi farà impazzire». La produttrice di Next Top Model, il famoso reality show americano, ha ricordato l’importanza dei propri difetti, appellandosi alle madri: «Mamme, voi siete il modello più influente nella vita delle vostre figlie. Usate questo potere. Insegnate loro ad amare loro stesse e tutto ciò che le rende uniche. Soprattutto i difetti».
L’ANORESSIA SUL GRANDE SCHERMO
L’anoressia e la bulimia sono la prima causa di morte tra i giovani, con un’incidenza superiore anche agli incidenti stradali. Un fenomeno in aumento, causato da un disagio psichico. Un problema che il regista Marco Pozzi ha voluto portare sul grande schermo con il film Maledimiele: il racconto di Sara, una ragazza quindicenne che, in seguito a una delusione d’amore, decide di mettersi a dieta. Ben presto si troverà ad avere grandi problemi con il cibo: «Nella società dell’abbondanza un’anoressica si lascia morire di fame: forse il troppo di tutto si sta trasformando in troppo di niente», ha commentato il regista. Il film sarà in proiezione a Milano nel fine settimana del 19 e 20 maggio.

 

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Persone, Protagonisti Argomenti: , , , Data: 18-05-2012 11:29 PM


Lascia un Commento

*