EDIZIONI STRAORDINARIE

Lusso tutto da sfogliare

di Anna Franco
In libreria la storia della maison Hermès. Dalla bottega di Thierry al successo di oggi.

L'autore del libro, Hermès l’avventura del lusso, Federico Rocca.

Era il 1837 e un uomo talentuoso, e volenteroso, di nome Thierry Hermès aprì a Parigi, a 36 anni, la sua prima bottega. Produceva bardature e finimenti da cavallo. Allora non avrebbe mai e poi mai immaginato che la sua umile attività artigianale sarebbe diventata un giorno sinonimo di lusso nel mondo, emblema di eleganza senza tempo.
«La maison Hermès non è soltanto una griffe. È uno stile di vita che passa indenne attraverso i secoli», ha dichiarato Federico Rocca, fashion editor, che al mito della moda mondiale ha appena dedicato un libro, Hermès l’avventura del lusso, (edizioni Lindau).
Rocca ripercorre la storia del marchio e della famiglia, intrecciandola inevitabilmente con quella mondiale, perché, afferma: «Aiuta a capire meglio gli eventi della stessa casa di moda». Offre divertenti aneddoti che coinvolgono lo stesso Thierry, anche se, per lui, il personaggio chiave della dinastia è Jean-Louis Dumas. «Pronipote del fondatore, e presidente della società per quasi trent’anni, dal 1978 al 2006, è riuscito a essere fedele ai dettami della maison, senza cedere mai a quelli della moda del momento» prosegue l’autore.

Le mitiche Birkin di Hermès.

Ed è proprio la fedeltà allo stile contro ogni regola di marketing, che rende immortali, e sempre attuali, i must dlella maison, come la Kelly, o la Birkin. Borsa, quest’ultima, che a Rocca fa battere il cuore: «Da sempre sono affascinato dalla Birkin, dalla sua sua nascita casuale, legata alla fatalità di un incontro in aereo, tra un’attrice (Jane Birkin, ndr) e Jean-Louis Dumas. Lei aveva bisogno di una fedele compagna per tutti i giorni che potesse trasportare il suo mondo con un tocco di charme, senza gravare sulle braccia…e lui l’accontentò. È la dimostrazione che una cosa bella nasce perché non potrebbe essere altrimenti, per coincidenze che vanno al di là di studi di mercato» conclude.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Persone, Protagonisti Argomenti: Data: 10-11-2011 05:57 PM


Lascia un Commento

*