NON CHIAMATEMI ACCESSORIO

La borsa o la vita? Buona la prima

di Viviana Musumeci
Missione possibile: trovare il modello per ogni occasione. Dalle clutch, alle oversize.

Borse della maison Louis Vuitton.

Come è noto, l’universo femminile si divide, quasi equamente, tra donne che amano le scarpe e vedono in Imelda Marcos la santa protettrice del piede e donne appassionate di borse al punto tale da votarsi a pane e acqua pur di potersi comprare una clutch impreziosita di Swarowski o un modello da portare a gomito (che è più chic).
Moda Informa ha curiosato tra le novità in fatto di borse. Ha messo il naso nelle vetrine per offrire una panoramica dei modelli più accattivanti. Per tutte le esigenze (e tutte le tasche).
PER LA DONNA METRPOLITANA
Quella che corre da una parte all’altra della città, trafelata, che esce di casa la mattina e non sa a che ora rientrerà. Per questo motivo, ha bisogno di portare con sé praticamente tutto. Apprezzerà allora la linea Amazzone di Furla: borse a spalla, capienti, con un design wild&chic, sottolineato dalle cerniere che celano inserti e dettagli in materiali e colori a contrasto.
Anche Hogan pensa alle stakanoviste sempre a zonzo, ma con un appeal più grintoso, proponendo due modelli, uno in pelle verniciata e l’altro in pelle martellata con quattro tasche laterali.
A SPASSO CON IL PASSATO
A chi piace lo stile Anni ’70, Coccinelle propone la nuova linea logata Identity, borse trasversali ed eleganti senza essere troppo impegnative. Anche Serapian invita a fare un tuffo nei ’70: si ispira a Diane Keaton in Io ed Annie, realizzando una collezione vintage dalle linee retrò che nasconde mistero e fragilità, ma anche incursioni maschili e androgine. In vitello liscio, le forme sono compatte e razionali.
Dello stesso avviso è la designer Paula Cademartori: stilista giovane, apprezzata dalle trend setter e, fortuna sua, benedetta da Anna Dello Russo. La sua collezione autunno-inverno punta sì sull’epoca d’oro del glamour internazionale, ma in chiave moderna e versaltile. Concentra l’attenzione sui dettagli, sullo studio della texture, sulle applicazioni metalliche che distinguono in questo modo gli accessori, gli uni dagli altri e, ovviamente, chi li indossa.
COME OPERE D’ARTE
Per chi ama il design puro, la linea di punta di Tod’s si ispira all’eterna eleganza dell’architettura di Louis Kahn, le cui strutture semplici e le linee decise portano ad un’interazione tra luci e ombre. Nella nuova collezione riecheggia l’approccio di Kahn, presentando forme funzionali in modo moderno e innovativo, evidenziando l’unione tra classico e contemporaneo. Il mix di colori, dalle variazioni dei grigi, ai colori naturali, è sottolineato da forti accenti di rosso ciliegia e petrolio, enfatizzando l’idea di modernità.
LA PERFEZIONE FATTA BORSA
Se lo stile è chic tout court, “la” Miss Dior rappresenta un vero e proprio classico che non può mancare dall’armadio delle aspiranti demoiselles, con un pizzico di eleganza parisienne che non guasta mai. Versatile e realizzata interamente a mano, Miss Dior è disponibile in pellami e palette differenti. Se lo stile, invece, è androgino, la Boy Chanel è la hit bag più idincata. Volutamente scolpita e scultorea, iconica, non passa inosservata e sarebbe piaciuta di certo a Mademoiselle Coco.
ESUBERANZA A VOLTE UGUALE ELEGANZA
Chi ha un debole per i colori caldi anche in autunno e in inverno, Bottega Veneta presenta una collezione in bilico tra esuberanza e giustapposizione di linee semplici e superfici elaborate, puntando auna sintesi di elementi diversi. Le clutch proposte sono disinvolte, ricche di dettagli, tecnica e decoro. La palette è luminosa. Anche Fendi punta sul colore e su una cromia molto luminosa con Chamalion e Twobags.
CLUTCH REGINA DELLA NOTTE
Per la sera, non si può non possedere una clutch luminosa e brillante che attiri gli sguardi.
Rodo propone delle piccole trousse di metallo satinato o martellato, effetto cocco, oppure lisce, intervallate da fascie di pelle o tempestate di strass. Avvistate, peraltro, regolarmente in mano alle celebrities. Per chi preferisce un abbigliamento sportivo e informalmente chic, può optare per le borse-piumino proposte da Moncler. Due modelli su tutti: Marie, bauletto in pelle trapuntata con dettagli a contrasto cromatico e Delphine, in pelle trapuntata con risvolto in cavallino.
IL DETTAGLIO CHE FA LA DIFFERENZA
Per chi ama la pelliccia, alcune maison hanno arricchito di questo materiale i dettagli di alcune borse. Louis Vuitton, peresempio, ha decorato la Lock it classica, piccola, e la Lock it Voyage con il montone shearling. Anche Fratelli Rossetti ha inserito nella collezione autunno-inverno 2011 delle borse con elementi in calda pelliccia.
PER DAMINE ECOLOGICAMENTE CORRETTE
Chi disdegna la pelliccia può optare per una Speetway in panno di lana (la lana scelta dalla stilista Francesca Avesani proviene da un’azienda storica inglese che serve anche la casa reale britannica). I colori sono brillanti e glam, non manca perfino lo scozzese.

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Fashion, Foto, Gallery, Shopping, Stile, Tendenza Argomenti: , Data: 25-10-2011 11:40 AM


Lascia un Commento

*