OPERAZIONE GUARDAROBA

Toh chi si rivede, il passato nell'armadio

di Laura Tortora
Per lui e per lei, guida ai pezzi irrinunciabili dell'autunno-inverno 2011-2012. Sotto il segno dell'eleganza e di un pizzico di trasgressione.

Mantella patchwork della maison Chloé.

Un tuffo nel passato per riportare a nuova vita la storia della moda. Le collezioni autunno-inverno  2011-2012 giocano con le epoche, i colori e i materiali. È il momento di esplorarne le novità per provare a orientarsi tra la miriade di marchi e di proposte, e scoprire quali sono i capi e gli accessori irrinunciabili, i cosiddetti «must have».
ZAMPA MON AMOUR
Tornano con forza gli Anni ’70, in total look, ma in versione urbana e luxury. I pantaloni a zampa, presenti su numerose passerelle in diversi tessuti e colori, sono il capo cult.
Quelli di Pucci sono decorati in vita da fibbie dorate (a 595 euro). Sofisticato ma pur sempre wild torna anche il gilet di pelliccia, sintetica come quello di H&M a (24,95 euro) o autentica come quello di Gucci in alpaca e lana (a 2.900 euro). Il tocco finale? Il cappello, a tesa larga e feltro. Da non perdere il modello di Dsquared (a 260 euro).
IL TRIONFO DEL TRAPEZIO
Anche gli Anni ’60 sono tra i temi centrali della stagione. La famosa linea ad A (a trapezio) torna su abitini ma soprattutto sui cappotti. È a doppio petto quello di Burberry Prorsum (a 2.795 euro).
BON TON ANNI CINQUANTA
La moda continua ad attingere anche dai ’50 caratterizzati dal tipico bon ton, che si rinnova.
Il pois va a caccia di nuovi territori e forme. Fino a diventare petali sul top con manica a kimono di Albino (a 580 euro). I fiocchi adornano pettinature, colletti e cinture. La cinta di Krizia avvolge morbidamente la vita. Anche le spille si trasformano e diventano animalier. Quella di Zara è a forma di farfalla (a 7,95 euro).
PIUMINO PREZZEMOLINO
Per far fronte anche al grande freddo la moda non teme più l’effetto omino Michelin e si converte ai piumini. Corti o lunghi, comodi o avvitati, tecnici o in tessuti pregiati, la scelta è davvero ampia. Quello di Duvetica (a 335 euro) rouge e in vernice non dimentica il côté glam. E arrivano in città anche i classici winter boots da neve. Veri e propri scarponi da sci, oppure reinterpretati
in chiave fashion. Pons Quintana li propone come stiletticon collo di pelliccia.
STILE ANDROGINO PER LEI
Anche stavolta la moda donna ruba qualcosa dal guardaroba maschile. Cappelli, cravatte e bretelle, ma soprattutto scarpe. La stringata diventa irrinunciabile. Bassa e irriverente come quella di Pretty Ballerinas (a 229 euro) o alta come quella di Paco Gil, che la propone in versione stiletto.
Anche il mocassino viene riproposto nelle due varianti. È basso quello bicolore e lucido di Ursula Mascaró, ha tacco e fiocchetto quello di Fratelli Rossetti in vitello anticato (a 380 euro).
OSARE CON LE PAILETTE
La donna di questa stagione brilla come una stella. Lurex e paillette illuminano le serate più eleganti e glam su capi che non passano inosservati. La maglia di Mango ha una silhouette molto morbida e fiori sulla spalla sinistra (a 39,95 euro). Luccicano anche le peep-toe con plateau di Zara a (59,95 euro).
SE IL PITONE DIVENTA FLUORESCENTE
Lussoso e selvaggio allo stesso tempo, il pitone è il vero protagonista della stagione.
Invade ogni capo e accessorio con una novità: il colore. Diventa fluorescente sulla minibag di Gucci
(a 1.850 euro) e pastello sugli stivali di Zara (a 149 euro).
CENTO PER CENTO COLORE
Ed è il colore a dare carica anche ai capi più minimal della stagione. Arancio, rosso, blu, fucsia, viola, giallo e verde, sono i protagonisti ma solo in nuance accese, in tinta unita o color block. La mantella di Chloé è un patchwork di figure geometriche dalle tinte a volte anche contrastanti.
LA SCARPIERA COME UN CABARET
Non manca un pizzico di trasgressione e provocazione: torna in passarella il Moulin Rouge con stivali e cuissard che portano allacciature-corsetto. Da non perdere i tronchetti black di Chie Mihara, in suede.
PER LUI, INTRAMONTABILE L’ABITO (ANCHE COLORATO)
Anche l’uomo attinge al passato, alla tradizione, rivisitandola. L’abito è ancora una volta il capo principale della stagione. In grigio, impeccabile, come il completo di Daniele Alessandrini, ma anche sdrammatizzato in colori forti come il blu elettrico o con linee comode come l’abito di Ermenegildo Zegna (giacca a 1.095 euro, pantaloni a 295,99). I maglioni diventano di lana grossa, come il dolce vita di Hermès, e si ricoprono di stampe geometriche o giocano col degradé come quello di Avon Celli (a 525 euro).
…E QUALCHE FUORI PROGRAMMA
La pelliccia fa incursioni perfino nel mondo maschile. Anche sulle giacche. Per i green-oriented quella di H&M ha il collo di pelliccia ecologica (a 39,95 euro).
Dal mondo grunge torna la camicia a quadri e True Religion la propone in diverse tonalità di blu, mentre dall’America latina arriva il poncho. Quello di Iceberg è in versione chic.
Tra gli accessori trionfano le maxi borse. Quella di Energie è black e super capiente. E se il papillon (come quello di Daniele Alessandrini a 76 euro) indossato su abiti o sdrammatizzato in look più eccentrici, è il re degli accessori, gli occhiali rotondi alla John Lennon sono la chicca della stagione. Quelli da sole di Giorgio Armani hanno un’allure vintage (a 220 euro).

© RIPRODUZIONE RISERVATA
Publicato in: Accessori, Fashion, Foto, Gallery, Stile, Tendenza Argomenti: , , , Data: 15-10-2011 10:58 AM


Lascia un Commento

*